venerdì 2 settembre 2016

NOSTRA SIGNORA DEL BUON SUCCESSO

«Questo castigo sarà per il XX secolo».

 

Un messaggio drammatico, ma pieno di speranza: le apparizioni di Nostra Signora del Buon Successo a Quito, in Ecuador, nel ‘500, approvate della Chiesa.

 
Quella che stiamo per raccontarvi è la meravigliosa storia di questa straordinaria donna, una mistica spagnola, che si offrì vittima per riparare ai peccati commessi non tanto nel suo secolo, ma principalmente nel XX, cioè il nostro.
La venerabile Madre Mariana Francisca Torres de Jesus (1563-1635), il cui processo di beatificazione è in corso, nipote di Madre Maria Taboada, fondatrice dell’Ordine delle Suore dell’Immacolata Concezione. La zia e la nipote lasciarono la Spagna per fondare in Ecuador questo nuovo ordine, secondo la volontà di Dio.

 
Il “mondo criminale” del XX secolo
Una mattina del 1582, la giovane Madre Mariana stava pregando davanti al Tabernacolo. Improvvisamente, udì un rombo terrificante e vide la chiesa sprofondare in spaventosa oscurità. La porta del Tabernacolo si spalancò, da cui uscì una grandissima luce che illuminò a giorno l’altare maggiore.
La veggente, nella grande luce, vide l’agonia di Cristo crocifisso sul Golgota: la Madonna, triste e in lacrime, San Giovanni e Maria Maddalena erano ai suoi piedi.
 
Mariana credette di essere lei stessa la causa di quell’agonia. Prostrandosi a terra, pregò: «Signore, sono io la colpevole! Puniscimi e perdona il tuo popolo». Il suo Angelo Custode, alzandola da terra, la rassicurò: «No, non sei tu la colpevole. Alzati, perché Dio desidera rivelarti un grande segreto».
Vedendo ancora la Madonna in lacrime, la giovane suora chiese: «Oh, Madre mia, sono forse io la causa della tua tristezza?». «No, figlia mia, non sei tu, ma il mondo criminale».
Fu allora che Madre Mariana udì la voce solenne e severa dell’Eterno Padre: «Questo castigo sarà per il XX secolo!».
Apparvero sopra la testa del Cristo crocifisso e sofferente tre pesanti spade. Sulla prima era scritto: “Punirò l’eresia”; sulla seconda: “Punirò l’empietà”; sulla terza: “Punirò l’impurità”.
 
La Vergine Maria, con dolcezza, domandò a Mariana: «Figlia mia, vuoi sacrificarti per le persone di quel periodo?». «Sì, Madre, lo voglio», fu la risposta della veggente. Così quelle tre spade trafissero il cuore di Madre Mariana, causandole una “morte mistica” che la portò al giudizio di Dio. Gesù le mostrò due corone: la prima era piena di una luce non conosciuta sulla terra, la secondo era composta da gigli bianchi profumati, circondati da numerose spine. «Mia sposa», le disse il Signore, «scegli una di queste corone». Ella doveva scegliere fra restare in Paradiso, godere della visione di Dio, oppure tornare sulla terra e continuare a sacrificarsi per gli uomini e le donne del XX secolo, che si sarebbero resi colpevoli di peccati d’eresia, empietà e impurità.
La Mamma celeste le chiese di scegliere la seconda corona, perché era necessario che un’anima si offrisse vittima per placare la Giustizia di Dio. Mariana, dopo aver ricevuto dalla Madonna la promessa che l’avrebbe sostenuta in questa tremenda prova, rispose: «Mia Signora e Madre, sia fatta in me la Divina Volontà». Poco dopo si ritrovò sulla terra.
Mariana de Jesus divenne così la volontaria vittima sacrificale per i nostri peccati d’eresia, d’empietà e d’impurità. Non le fu risparmiata nessuna sofferenza. Nel 1588, il 17 settembre, ricevette le stigmate della crocifissione.
 
Il Buon Successo della Purificazione
Il 2 febbraio del 1594, solennità della Presentazione al Tempio di Gesù, della festa della Candelora, la Vergine Maria si presentò alla veggente con questo titolo: «Io sono Maria del Buon Successo della Purificazione, la Regina del Cielo e della Terra».
 
La Madonna chiese a Mariana la costruzione di una statua che la raffigurasse esattamente si presentava nella visione. La statua fu iniziata da un artista del luogo, ma venne completata miracolosamente, in una notte, dagli arcangeli Gabriele, Michele e Raffaele. L’autenticità di questo miracolo venne confermata per iscritto dagli stessi artisti a cui era stata commissionata la realizzazione della statua.
I tre santi arcangeli, secondo il racconto della veggente, così resero omaggio alla Vergine:
«San Michele, salutandoLa rispettosamente, ha detto: “Maria Santissima Figlia di Dio Padre”;
San Gabriele, ha detto: “Maria Santissima Madre del Figlio Dio”;
San Raffaele, ha detto “Maria Santissima Purissima Sposa dello Spirito Santo”.
Poi, unendosi agli ospiti celesti, essi hanno intonato insieme “Maria Santissima, Tempio e Sacrario della Santissi­ma Trinità”».
Madre Mariana desiderava vivere nel nascondimento, così supplicò la Madonna che tutto ciò che stava vivendo rimasse segreto. Le fu promesso da Nostra Signora che sarebbe stato reso pubblico il suo “segreto” nel XX secolo.
Durante le visioni, inoltre, la Madonna rivelò a Mariana molti avvenimenti che si sarebbero dovuti verificare in Ecuador nel corso dei secoli, e molti altri riguardanti il mondo e la Chiesa universale del XX secolo. Queste profezie si sono realizzate con straordinaria esattezza.
I crimini del XX secolo descritti più di cinque secoli fa
Nostra Signora del Buon Successo: «Durante questo periodo (…) mancherà lo spirito Cristiano.
 
Il Sacramento dell’Estrema Unzione sarà poco considerato. Molte persone moriranno senza riceverlo – sia a causa della negligenza delle loro famiglie o per i loro falsi sentimenti che cercano di proteggere gli ammalati dal vedere la gravità della loro situazione, oppure perché si ribelleranno contro lo spirito della Chiesa Cattolica, spinti dalla malizia del diavolo. Così molte anime saranno private di innumerevoli grazie, consolazioni e della forza di cui hanno bisogno per fare il grande salto dal tempo all’eternità.
Come per il Sacramento del Matrimonio, che simboleggia l’unione di Cristo con la Sua Chiesa, esso verrà attaccato e profanato nel pieno senso della parola. La massoneria, che in quel tempo sarà al potere, emanerà leggi inique con l’obbiettivo di abolire questo Sacramento, rendendo facile per tutti vivere nel peccato, incoraggiando la procreazione di figli illegittimi nati senza la benedizione della Chiesa. Lo spirito cristiano verrà meno rapidamente, spegnendo la preziosa luce della Fede finché non si arriverà al punto che ci sarà una quasi totale e generale degenerazione dei costumi…
 
Aumenteranno gli effetti dell’educazione secolare, che sarà una delle ragioni della mancanza di vocazioni sacerdotali e religiose… Il Sacro Sacramento dei Santi Ordini sarà deriso, oppresso e disprezzato… Il demonio cercherà di perseguitare i Ministri del Signore in ogni maniera possibile e agirà con crudele e sottile astuzia per sviarli dallo spirito delle loro vocazioni, corrompendo molti di loro. Questi sacerdoti corrotti, che saranno motivo di scandalo per i cristiani, faranno sì che l’odio dei cattivi cristiani e dei nemici della Chiesa Cattolica e Apostolica Romana ricada su tutti i sacerdoti. Questo apparente trionfo di Satana porterà enormi sofferenze ai buoni Pastori della Chiesa.
Non ci sarà quasi più innocenza nei bambini, né pudicizia nelle donne, e in questo momento di grande miseria della Chiesa quelli che dovrebbero parlare rimarranno in silenzio.
 
Ma sappi, mia amata figlia, che quando nel ventesimo secolo il tuo nome sarà fatto conoscere, ci saranno molti che non crederanno, affermando che questa devozione non è gradita a Dio.
Satana avrà il controllo di questa terra attraverso gli errori di uomini senza fede i quali, come una nuvola nera, oscureranno il cielo della repubblica consacrata al Sacro Cuore del Mio divino Figlio. Questa repubblica, avendo consentito l’ingresso di tutti i vizi, dovrà subire ogni sorta di castighi, tra i quali ci saranno pestilenze, carestie, lotte fra le persone e gli stranieri che indurranno un gran numero di anime all’apostasia e alla perdizione… E per disperdere queste nubi nere che nascondono il giorno chiaro della libertà della Chiesa, ci sarà una formidabile e terribile guerra nella quale scorrerà il sangue di nativi e stranieri, di sacerdoti regolari e secolari e anche di monache…
Nostro Signore Gesù Cristo: «Sappi inoltre che la Giustizia Divina manda terribili castighi su intere nazioni, non solo per i peccati della gente ma anche per quelli di sacerdoti e religiosi. Perché questi ultimi sono chiamati, dalla perfezione del loro stato, ad essere il sale della terra, i maestri di verità, e coloro che tengono lontana l’Ira Divina. Deviando dalla loro missione divina essi si degradano a un punto tale che, agli occhi di Dio, sono proprio loro ad accelerare il rigore dei castighi. Perché separandosi da Me finiscono per vivere solo una vita superficiale dell’anima, e mantenersi distanti da Me non è degno dei Miei Ministri. Con la loro freddezza e mancanza di fiducia agiscono come se per loro fossi un estraneo».
E non è tutto.
 
La lampada spenta
Il 2 febbraio del 1634, verso le tre del mattino, Madre Mariana stava pregando davanti al SS. Sacramento. Improvvisamente la lampada si spense. Apparve allora la Madonna, che spiegò così il significato di quello spegnimento improvviso: «Lo spegnimento della luce del Santuario ha diversi significati.
 
La prima ragione dello spegnimento della luce del Santuario è che dalla fine del secolo XIX e in larga parte del secolo XX, varie eresie saranno propagate in questo paese, che sarà allora una repubblica indipendente. Quan­do queste avranno il sopravvento, la luce preziosa della Fede si estinguerà nelle anime per la quasi totale corruzione dei costumi. Durante questo periodo vi saranno grandi ca­tastrofi fisiche e morali. Il piccolo numero di ani­me che, nascoste, conserveranno il tesoro della Fede e delle virtù, soffriranno in modo indicibilmente crudele ed un prolungato martirio. Mol­ti di loro moriranno per la violenza delle sofferenze e quelli che si sacrificheranno per la Chiesa e per la Pa­tria saranno considerati Martiri. Per liberare gli uomini dal vincolo di queste eresie, quelli che l’amore misericordioso del Mio Santissi­mo Figlio destinerà per la Restaurazione, dovranno avere grande forza di volontà, costanza, prodezza e molta fiducia in Dio. Per provare questa fede e fiducia del giusto, vi saranno momenti in cui tutto sem­brerà perduto e paralizzato: que­sto sarà il felice inizio della com­pleta Restaurazione.
 
La seconda ragione dello spegni­mento della luce del Santuario è che il mio Convento, essendo ridotto drasticamente nel numero, sarà sommerso in un incomprensibile oceano di indescrivibile amarez­za, e sembrerà annegare in queste diverse acque di tribolazione. Quante autentiche vocazioni periranno per mancanza di discrezione, discernimento e prudenza da parte delle Maestre delle Novizie che le formano! Esse dovreb­bero essere anime di preghiera e ben erudite nelle svariate vie spirituali. Guai a quelle anime che torneranno alla Babilonia del mondo dopo essere sta­te nel posto sicuro di que­sto benedetto Convento! Durante questa epoca sfortunata, l’ingiustizia entrerà persino nel mio giardino chiuso. Ma­scherata sotto il nome di falsa carità, l’ingiu­stizia seminerà la ro­vina nelle anime. L’astioso Diavolo cer­cherà di seminare la discordia per mezzo di membri putridi i quali, mascherati da un’apparenza di virtù, saranno come sepolcri in corruzione che ema­nano la pestilenza della putrefazione, causando morti morali, in alcuni, e tiepidezza, in altri. Essi conficcheranno una spada a dop­pio taglio nelle mie figlie fedeli, le mie anime nascoste, facendole soffrire di un continuo e lento marti­rio. Queste figlie fedeli piangeranno in segreto e si lamenteranno presso il loro Si­gnore e Dio, e le loro lacrime saranno presentate dal loro Angelo Custode al Padre Celeste, chiedendo che tali tempi siano accorciati per l’amore del Divin Pri­gioniero.
 
La terza ragione dello spegni­mento della luce del Santuario è che lo spirito di impurità che saturerà l’atmosfera in quei tempi, come un oceano ripugnante, inonderà le strade, le piazze e i luoghi pubblici con un’incredibi­le libertà. Non vi saranno quasi più anime vergini nel mondo. Il fiore delicato della verginità, timido e minacciato di completa estin­zione, risplenderà molto da lontano. Prendendo rifu­gio nei Conventi, vi troverà un buon terreno e, prendendo radici, crescerà e vivrà e la sua fragranza sarà la delizia del mio Santissimo Fi­glio e lo scudo contro l’ira divina. Senza verginità, sarebbe necessario che sopra questi Paesi cadesse il fuoco del Cielo, per purificarli. In questi tempi di ma­liziosa superbia, l’invi­dioso e pestifero Dia­volo cercherà di intro­dursi anche in questi giardini chiusi dei Conventi dei Religiosi per far appassire que­sti fiori meravigliosi e delicati. Ma io lo af­fronterò e gli schiac­cerò la testa sotto i miei piedi! Ahimè, che dolore! Vi saranno anime incaute che volontariamente si getteranno tra i suoi artigli. Altri, ritornati al mondo, diventeranno gli strumenti del Diavolo per la perdita delle anime.
 
La quarta ragione dello spegnimento della luce del Santuario è che, attraverso l’acquisizione del controllo su tutte le classi sociali, la Setta Massonica, sarà così astuta da penetrare nel cuore delle fami­glie per corrompere persino i bam­bini, e il Diavolo si farà gloria di nutrirsi, con perfidia, della squisita delicatezza del cuore dei bambini. Durante questi tempi sfortunati, il male assalirà l’in­nocenza infantile e, in questo modo, le vocazioni al sacerdozio saranno perdute, e questo sarà un vero disastro. Sarà compito di gruppi religiosi sostenere la Chiesa e lavorare con valoroso e disinteressato zelo per la salvezza delle anime, perché, durante questo periodo, l’osservanza della regola splenderà nelle co­munità e vi saranno santi ministri dell’altare, nasco­sti, e anime meravigliose dalle quali il mio Santissi­mo Figlio ed Io trarremo la nostra delizia, conside­randoli fiori eccellenti e frutti di santità eroica. Gli empi dichiareranno una guerra crudele contro di es­si coprendoli di insulti, calunnie e vessazioni, per impedire il compi­mento del loro mi­nistero. Ma essi, co­me salde colonne, rimarranno irremo­vibili e affronteran­no tutto questo, con quello spirito di umiltà e sacrificio col quale sono rive­stiti dalla virtù dei meriti infiniti del mio Santissimo Fi­glio, il Quale li ama come le fibre più re­condite del suo san­tissimo e tenerissi­mo Cuore.
In questa epoca, il Clero Secolare ab­bandonerà i suoi ideali, perché i sa­cerdoti diventeran­no negligenti nei lo­ro sacri doveri. Persa la bussola divina, essi si allontaneranno dalla strada tracciata da Dio per il ministero sacerdotale e saranno attaccati ai be­ni ed alle ricchezze, che essi si sforzeranno illecita­mente di ottenere. Quanto soffrirà la Chiesa durante questa notte buia! Mancando un Prelato e Padre che li guidi con amore paterno, dolcezza, fortezza, sag­gezza e prudenza, molti sacerdoti perderanno il loro spirito, ponendo le proprie anime in grande pericolo. Pregate insistentemente senza stancarvi e piangete con lacrime amare, nel segreto del vostro cuore, im­plorando il nostro Padre Celeste il Quale, per l’amore del Cuore Eucaristico del mio Santissimo Figlio e per il Suo Prezioso Sangue versato con tanta generosità e per la profonda amarezza e sofferenza della Sua cru­dele Passione e Morte, Egli potrebbe avere pietà dei Suoi ministri e porre rapidamente fine a questi tem­pi infausti, mandando alla Sua Chiesa il Prelato che ristorerà lo spirito dei suoi sacerdoti.
Il Mio Santissimo Figlio ed Io ameremo questo fi­glio privilegiato con un amore di predilezione, e Noi gli faremo dono di rare capacità: umiltà di cuore, do­cilità alla divina ispirazione, forza per difendere i di­ritti della Chiesa, e di un cuore tenero e compassione­vole, cosicché, come un altro Cristo, egli assisterà i grandi e i piccoli, senza disdegnare le anime più sfor­tunate che gli chiederanno un po’ di luce e di consi­glio nei loro dubbi e sofferenze. Con divina soavità, egli guiderà le anime consacrate al servizio di Dio nei Conventi, alleggerendo il giogo del Signore il Quale ha detto: “Il mio giogo è dolce, e il mio carico leggero”. Le bilance del Santuario saranno poste nelle sue mani, in modo che tutto sia pesato con dovuta misura e Dio sarà glorificato.
La tiepidezza di tutte le anime consacrate a Dio, nello stato sacer­dotale e religioso, ri­tarderanno la venuta di questo Prelato e Pa­dre. Questa, dunque, sarà la causa che per­metterà al Demonio maledetto di prendere possesso di questo Paese dove egli conse­guirà le sue vittorie per mezzo di stranieri e gente senza fede, co­sì numerosi che, come una nube nera, oscure­ranno il limpido cielo di questa futura Re­pubblica che sarà con­sacrata al Santissimo Cuore del mio Divin Figlio.
Con questa gente, tutti i vizi entreranno, e at­trarranno, a loro volta, ogni tipo di castigo, come calamità, care­stie, guerre intestine, dispute con altre na­zioni e apostasia, la causa della perdizione di così tante anime co­sì care a Gesù Cristo e a Me.
Per dissipare questa nube nera, che impedisce alla Chiesa di beneficiare del giorno limpido della libertà, vi sarà una guerra spaventosa e tremenda che vedrà lo spargimento di sangue di nativi e stranieri, di sacerdoti regolari e se­colari e anche di monache. Quella notte sarà la più orribile, perché sembrerà che, umanamente parlan­do, il male abbia trionfato.
Questo, allora, segnerà l’arrivo della mia ora, quando Io, in modo sorprendente, detronizzerò l’orgoglioso Satana schiacciandolo sotto il mio piede e incatenandolo negli abissi infernali, libe­rando, così, finalmente la Chiesa e la Nazione dalla sua crudele tiran­nia».
 
La quinta ragione dello spegni­mento della luce del Santuario è dovuta alla fiacchezza e negligenza di quelli che possiedono gran­di ricchezze, i quali staranno a guardare con indifferenza la Chiesa che sarà oppres­sa, la virtù perseguitata e il male che trionfa, senza devotamente impiegare le loro ricchezze per la di­struzione del male e per restaurare la Fede. Questa ragione è do­vuta anche all’indiffe­renza di quella gente che permetterà che il Nome di Dio venga gradualmente fatto sparire e che aderirà allo spirito del male, consegnandosi libera­mente ai vizi ed alle passioni.
Ahimé, mie figlie pre­dilette! Se vi fosse con­cesso di vivere in que­sta èra tenebrosa, voi morireste di dolore nel vedere avverarsi tutto quello che Io vi ho rivelato. Il mio San­tissimo Figlio ed Io ab­biamo un tale grande amore per questo Pae­se, nostra eredità, che Noi desideriamo per­sino, sin da ora, ri­chiedere il vostro sa­crificio e le vostre preghiere per accor­ciare i tempi di una tale terribile catastro­fe».
Le ragioni dello spegnimento della lampada colpirono profondamente Madre Mariana, la quale si adoperò ancora di più per far sì che il messaggio di Nostra Signora del Buon Successo arrivasse a noi, uomini e donne del XX secolo, in particolare alla Gerarchia.
 
Il testamento di Madre Mariana
Mariana Torres de Jesus morì, dopo aver sofferto tantissimo per placare l’Ira Divina a causa dei nostri peccati, il 16 gennaio 1635 alle ore 15:00, l’ora della morte di Gesù.
Nel suo Testamento, ella scrisse: «Quando il Divin Maestro era appeso a quel vergognoso patibolo della Croce, con la sua vita che len­tamente veniva meno, in mezzo ad una quasi infinita pena e tormento, il testamento, che Egli diede per redimere l’umanità fu il dono di lasciare Sua Madre come nostra Madre.
Egli, infatti, si rivolse alla Sua Vergine Madre, dicen­do: “Donna, ecco tuo figlio!”, il Suo discepo lo prediletto.
E volgendosi a lui, dis­se: “Ecco tua Madre!”. Ecco la vostra Madre Celeste, Maria Santis­sima del Buon Succes­so. Ella vi darà sempre un buon successo!.
Abbiate un grande amore per la Beata Vergine; imitate le sue virtù, soprattutto la sua profonda umiltà, il suo ardente amore per Dio e per i poveri pec­catori, la sua sempli­cità e fiduciosa inno­cenza. Che non vi sia­no inganni o ipocrisie nelle vostre anime. Preservate e propagate la devozione sotto l’invocazione di No­stra Signora del Buon Successo, perché con essa otterrete da Gesù e Marìa tutto ciò che chiederete… Voi do­vreste conservare de­votamente questo vero tesoro e farLa conosce­re e amare da più ani­me possibile.
Assicurate loro che con questa devozione essi otterranno sempre un buon successo, nel tempo e nell’eter­nità…
Fate ricorso a Lei in tutte le vostre necessità spirituali e temporali. Quando la vostra anima soffre per le ten­tazioni ed è immersa nel dolore e, se per divina per­missione, la stella della vostra vocazione sarà nascosta alla vista della vostra anima, rivolgetevi a Lei, con confidenza, con queste parole: «Stella del mare in tempesta della mia vita mortale, possa la tua luce illuminarmi in modo che io non possa allontanarmi dalla via che mi porta al Cielo».
 
Conclusione
In conclusione, nessuno può affermare: “Non sono stato avvisato!”.


(da: oracolodicooperatoresveritatis)

NOSTRA SIGNORA DI ITAPIRANGA

Le apparizioni mariane di Itapiranga sono state ufficialmente riconosciute dal vescovo diocesano.

 
Il 2 maggio del 1994, quando Maria do Carmo stava pregando nella sua casa. Al termine della recita del Rosario, improvvisamente una luce illuminò tutta la stanza; in quella luce vi era una giovane donna, bellissima, che indossava un vestito bianco lungo fino ai piedi e un manto dello stesso colore che le copriva la testa e i fianchi. La giovane signora reggeva con le sue mani un rosario di grani azzurri e mostrandolo alla veggente, la invitava a continuare a pregare. Poco dopo le mostrò il figlio Quirino, morto nel 1989, in un incidente. Maria soffrì morto a causa della dipartita del giovane figlio, così Nostra Signora volle farle capire che Quirino è felice in Cielo e che deve pregare molto se per ritrovarlo, un giorno, in Dio.
 
Edson Glauber, invece, ebbe una locuzione interiore il 30 aprile, mentre pregava davanti ad una statua della Vergine insieme ai suoi fratelli e ad alcuni suoi amici. «Prega con il cuore. Prega il rosario tutti i giorni. Io sto per arrivare: aspetta!”, le disse una dolcissima voce femminile e materna. Da quel momento Nostra Signora e San Giuseppe sono apparsi sia a lui che a sua madre comunicando loro dei messaggi, invitando tutta l’umanità alla preghiera, alla conversione e ad un cambiamento di vita.
Il messaggio di Itapiranga è un continuo richiamo a riparare le offese fatte a Dio, oltraggiato a causa dei peccati dell’umanità. Come a La Salette, Lourdes e Fatima, Nostra Signora ribadisce a Edson e sua madre, Maria do Carmo, che senza pentimento, penitenza e sacrificio non ci sono né conversione, né riparazione.
Durante l’apparizione del 13 maggio (anniversario della prima apparizione di Fatima) del 1994, Nostra Signora afferma che vuole essere «conosciuta come Regina del Rosario e della Pace, poiché desidero mostrare a tutti voi che è con la recita del rosario che il mondo troverà la pace. Ecco perché sono venuta qui, in Amazzonia, come Regina del Rosario e della Pace. Pace, pace, pace! Pregate per la pace!».
 
I messaggi
Analizziamo insieme alcuni messaggi lasciati nelle apparizioni.
 
La santità e l’unica Chiesa di Cristo
Il 13 gennaio 1996, la Madonna disse che tutti noi peccatori possiamo diventare santi se inizieremo a «vivere i miei messaggi e a mettere in pratica il Vangelo di mio Figlio Gesù, amando e rispettando la sua Santa Chiesa, che è la Chiesa Cattolica e non ce n’è un’altra».
 
La promessa dell’eterna felicità
Il 7 ottobre (festa del Santo Rosario) del 1996, ricordò a Edson il messaggio di Lourdes: «Vivete la pace e portatela ai vostri fratelli. Fate sacrifici e penitenze per i vostri fratelli. Non vi prometto la vera felicità in questo mondo, ma nell’altro l’avrete per sempre».
 
L’aborto, peccato che grida vendetta a Dio
Il 7 maggio del 1994, Nostra Signora in lacrime, tenendo sulle sue mani un bambino abortito, disse: «L’aborto è peccato grave! Chi pratica l’aborto deve confessarsi dal sacerdote, piangere e cadere pentito sul pavimento e non smettere mai di pregare. Solo così si potrà salvare!».
 
La massoneria, scorciatoia per l’inferno
Il giorno seguente, l’8 maggio, la veggente Maria do Carmo vide molti anime vestite di nero che bruciavano all’inferno. «Vedi, così si trovano i massoni, perché la massoneria è una setta del demonio», spiegò la Vergine. «E se si muore massone, si va diretti all’inferno!».
 
La santità del matrimonio e la condanna dell’adulterio
L’11 maggio del 1994, Cristo Signore in persona appare alla veggente, per condannare ancora una volta i peccati contro il matrimonio e la famiglia (l’adulterio, la convivenza, il divorzio e le seconde nozze civili). «L’adulterio è peccato grave, ma c’è perdono se si fa una buona confessione e con pentimento assoluto! Insegnalo. Tu sai come si fa una buona confessione. Non si può aver paura e neppure vergogna del sacerdote. Se lui perdona, anch’Io perdono. Se lui non perdona, anch’io non perdono!». Prima di congedarsi, il Signore disse riguardo le situazioni coniugali difficili e irregolari: «Coloro che sono sposati e sono separati, se si amano ancora, si riuniscano di nuovo: con perdono e sincerità! Chi è sposato ed è separato, e vive con un altro uomo o con un’altra donna con cui non è sposato, deve dividersi o vivere come amico nella stessa casa. I due non possono più vivere come marito e moglie. Se uno dei due è libero e sente la necessità della vita coniugale, deve sposarsi. Ma non può commettere adulterio!».
Vorremo far notare ai nostri lettori che, in quegli anni, internet non c’era e Maria ed Edson erano semi-analfabeti: non avevano mai sentito nominare la Familiaris Consortio, né avevano mai sentito parlare di pastorale per i divorziati-risposati. Chi ha orecchie per intendere, al prossimo sinodo sulla famiglia, intenda!
 
Segreti e profezie
La Vergine ha lasciato ai due veggente alcuni segreti – attualmente conosciuti dalle autorità episcopali competenti – e rivelati delle profezie, alcune delle quali si sono già avverate. Per esempio lo tsunami del 2004, il terremoto in Italia, in Abruzzo, del 2009, e molte altre cose accadute in Brasile negli ultimi vent’anni.
Nostra Signora ha detto più volte ai veggenti che questo è ancora un tempo di conversione, abbiamo ancora la possibilità di tornare a Dio con tutto il cuore, ma «quando il segno verrà sul mondo e sarà lasciato sulla Croce – aggiunse a Edson – il tempo della conversione sarà terminato e tutta l’umanità dovrà subire grandi calamità e castighi che la devasteranno come non è mai avvenuto dalla creazione del mondo».
 
Apriamo i nostri cuori al Signore Iddio: pentiamoci sinceramente e impegniamoci a camminare sulla strada santità ed Egli avrà misericordia delle nostre anime.
 

La visione

Durante un’apparizione del 27 giugno del 2015 la Madonna non ha lasciato nessun messaggio in particolare, ma ha mostrato al veggente Edson Glauber un’importante e profetica visione. Non essendoci in rete la versione italiana, vi proponiamo una nostra traduzione, riportando anche l’originale in brasiliano. Non commentiamo, né diamo alcuna interpretazione: ciascuno di noi mediti e rifletta attentamente.
 
Oggi durante l’apparizione, Nostra Signora non ha dato alcun messaggio, ma mi ha mostrato una visione importante: Ella è apparsa con il Bambino Gesù tra le sue braccia. Nella sua mano destra aveva un rosario che brillava tanto e al suo lato destro c’era San Pietro con un libro e le chiavi e al suo lato sinistro c’era San Paolo, che aveva un libro e una spada. Erano avvolti in una luce, ma non così forte come quella che irradiava da Lei e Gesù Bambino. Sotto di loro c’era il globo che rappresenta il mondo intero.
Durante l’apparizione, il Bambino Gesù chiese San Pietro di riconsegnargli le chiavi e questi obbedì. Dopo aver riconsegnato le chiavi, San Pietro si mise in ginocchio col capo chino in preghiera. Dove stava lui divenne più scuro, perché la luce che irradiava scomparve, restando chiaro solamente dove si trovavano la Vergine con Gesù e San Paolo.
In quel momento, il globo che era sotto di loro fu circondato da una grande corona di spine che voleva stringerlo tutto. Ho capito che si tratta di tempi difficili che la Chiesa e il mondo dovranno passare: tempi di prove fatti di oscurità spirituale e di grande confusione. Nostra Signora, vedendo ciò che stava succedendo – in quanto Madre della Chiesa che vorrebbe la salvezza di tutti – abbassò la sua mano destra verso il globo, e il rosario, lentamente, si diresse sul mondo, circondando il globo. Il rosario di Nostra Signora, muovendosi, ruotando intorno al globo, brillava fortissimamente. Ho capito quello che Ella sta facendo con i suoi figli del mondo intero che credono nelle sue apparizioni e nei suoi messaggi: pregare sempre di più, intercedendo per la Chiesa del suo Divin Figlio e per l’umanità. Il rosario, più cadeva, più irradiava una fortissima luce, in modo tale da respingere quell’orribile corona di spine dal globo, lasciandola distrutta; rimase solamente il rosario, come segno di vittoria sul male e sui tempi difficili. Fu allora che la Madonna guardò San Paolo e questi capì che doveva mettersi anche lui a pregare in ginocchio con San Pietro, così la luce tornò anche da Pietro. Nostra Signora, guardando verso il suo Divin Figlio, pregò in favore della Chiesa e del mondo. Il Bambino Gesù, vedendo che l’umanità si mise a pregare, accolse la richiesta della sua Santissima Madre di dare di nuovo le chiavi a San Pietro; ma il Bambino Gesù mise le chiavi tra le mani di Nostra Signora che, come Madre della Chiesa, le mise in quelle di San Pietro. Ella e il Bambino Gesù ci diedero la loro benedizione e visione terminò.
 
 
(da: oracolodicooperatoresveritatis)

domenica 19 luglio 2015

RACCOLTA DELLE RIVELAZIONI DI LUZ DE MARIA SUI TEMPI CHE VERRANNO:

III Guerra mondiale
La guerra é orchestrata dal potere in controllo con l'intenzione di ridurre la popolazione. Ho assistito ai piani di un gruppo di leader riuniti per progettare un attacco a sorpresa contro un paese loro alleato. L'Italia sarà determinante per l'evento che farà scattare il coinvolgimento delle potenze mondiali in una guerra. Terroristi arriveranno al vaticano. La piazza sarà piena di corpi. Oggi v'invito a pregare per il presidente degli Stati Uniti, affinché rifletta anche un solo istante e non dia origine a momenti spaventosi, scatenando una guerra sanguinosa e terribile.
Ho visto migliaia di persone correre, consumate dalla disperazione di fronte a un attentato a New York. Vi saranno attentati terroristici in Israele e stati uniti, una famosa statua (la statua della libertà?) sarà distrutta.
V'invito a pregare per Israele,perché non cada nella tentazione di conquistare il potere con la forza.
Tre leaders saranno assassinati, due di questi provengono dal mondo arabo, uno dall'Europa. Gli arabi si uniranno contro l'occidente.
 
L'intervento dell'occidente in medio oriente coinvolgerà Cina e Russia e questo provocherà una guerra.
La Cina manderà il suo esercito e la Russia si unirà al suo nemico per cercare di governare questa nazione di libertà. L’Italia sarà invasa. Una piaga uscirà dalla Russia e si spargerà in Europa come fuoco. Un esercito di uomini circonderà la sede in cui Mio figlio, il papa, siede per cercare di portare alla scomparsa la Mia Chiesa.
 
 
NWO Crisi economica
L'economia mondiale sarà motivo di una forte crisi in cui i lupi circonderanno le greggi e ne abuseranno, se la fede non sarà forte. Il Caos regnerà in seguito a un annuncio che sarà emanato a livello mondiale. Da est a ovest si diffonderà il caos mentre le monete crolleranno un governo dopo l'altro sotto i debiti da pagare.
Mentre i cambiamenti nella vostra valuta arrivano senza preavviso, vi troverete di essere dominati da un nemico straniero. Il tuo esercito combatterà contro se stesso e la confusione si moltiplicherà”. I Governanti saranno soppiantati dai seguaci di questa forza ostile, i paesi si vedranno sottomessi a un unico governo che si sta segretamente infiltrando in essi. La formazione di questo governo unico è già iniziata. L'elite controllerà ogni cosa.
 
Moneta globale
Nazioni conquisteranno altre nazioni e la moneta cambierà. Una nuova moneta globale sarà creata che richiederà un qualche tipo di impianto biologico. Il microchip è il completamento del grande sforzo che i potenti hanno portato avanti per controllare ogni passo dell’essere umano, con mezzi che rendessero più facile la vita, come le carte di credito e così via, senza rendersi conto che l’arrogante e potente mondo di ciò che è fugace e superfluo ha presso il sopravvento su tutti. L'impianto del microchip nell’uomo per controllarlo, ossia la sua disumanizzazione; la strategia dell'anticristo colpirà i veri fedeli, costringendoli a vivere in estrema povertà e a essere i nuovi martiri.
 
Dittatura mondiale
Il comunismo travestito di pace e alleanza predominerà. I Potenti leader dell'umanità alimentano i tentacoli dell’anticristo conferendogli potere affinché possa dominare i Miei figli.
I Governanti saranno soppiantati dai seguaci di questa forza ostile, i paesi si vedranno sottomessi a un unico governo che si sta segretamente infiltrando in essi. La formazione di questo governo unico è già iniziata. Una dittatura emergerà nel mondo, specialmente in Europa. Questa perseguiterà i cattolici. Inizialmente sarà proibito l'insegnamento della dottrina. Poi questa persecuzione diverrà brutale e includerà l'eliminazione fisica dei credenti. Il piano per sterminare l'umanità sarà fermato.
 
Anticristo
Manca solo l’istante della presentazione formale di colui che farà soffrire i Miei figli, come mai l’uomo ha sofferto prima d’ora.
A me è comparso un essere in forma umana, con la pelle abbronzata, lo sguardo penetrante, i capelli lisci, con bella presenza e con una forza d’attrazione tale che gli uomini non potevano fare a meno di seguirlo. Poi ho visto un enorme abisso e quell’essere dalla forma umana vi lanciava coloro che lo seguivano.
Apparirà un leader spirituale che sembrerà volere guidare l'umanità verso un nuovo tipo di spiritualità. Questo sarebbe l'anticristo. Questi promuoverà il marchio o chip.
Aspettate l'anticristo, che però vive già nel mondo e si sta impadronendo del tesoro di Mio Figlio: l'umanità, tentandola con ciò che è piacevole e facile, controllandola con mezzi tecnologici che le rendono la vita più facile. Il libero arbitrio si assoggetterà agli ordini di colui che ingannerà l’uomo, il figlio delle tenebre sarà innalzato con il consenso dei suoi seguaci.  Lo sfruttamento della dignità umana, la creazione dell’energia atomica, l’alterazione e la contaminazione degli alimenti, l’abuso della tecnologia, rappresentano alcuni di quei tentacoli che l’anticristo ha architettato da tempo per degradarvi. L’incredulità alimenta il male e gli conferisce i mezzi per attaccare senza pietà chi, rinunciando a Mio Figlio, si arrende a qualunque stratagemma del male lo raggiunga.
 
Missione dell’anticristo
La missione dell’anticristo è la sottomissione dell’uomo;  per questo motivo, prima di quanto immaginate il male affretterà i suoi piani per piegarvi, inizialmente tramite il cibo e la salute, per poi controllarvi totalmente una volta che avrete perso la volontà. Questa generazione non si attiene ai comandamenti e non vuole obbedire, bensì continuare a usufruire del libero arbitrio. L'umanità non si ferma, continua in modo inarrestabile, mostrando quasi un'unità imponente di fronte ai deboli, per sottometterli e soggiogarli alle idee diffuse dall'anticristo. L'anticristo è sempre più potente ogni volta che un essere umano diventa suo seguace.
 
Profeta positivo
Mio figlio invierà dall'alto una creatura che vi assisterà, vi guiderà e vi darà forza. Ascoltatela, perché nel bel mezzo della più grande persecuzione, sarà un conforto per ciascuno dei miei figli.
Un Mio portavoce vi assisterà pronunciando la Verità, ma non ora, bensì quando vi troverete nell'istante della grande purificazione.
 
Antipapa
Ora che il Mio amato e fedele vicario ha lasciato il vaticano, è iniziata una nuova tappa che porterà al compimento di tutte le profezie. Essi conoscono il terzo segreto che Mia Madre rivelò a Fatima, ma l’hanno trascurato per evitare di creare controversie nel Mio Popolo, che cammina alla cieca. Quando il male s'impadronirà del trono di Pietro, la Chiesa si spaventerà, i deboli e i vili fuggiranno da essa aggrappandosi ciò che offrirà loro sicurezza e benessere. Questo impostore ha già tramato affinché il mio popolo, sommerso dal peccato, non conosca la Mia Verità, diventi permissivo e tollerante nei confronti di quanto gli viene detto e accetti la chiusura delle Mie Chiese, dimenticandoMi e creando una generazione del male. Questi uomini saranno i persecutori dei Miei strumenti, si uniranno a coloro che, pur essendosi consacrati, hanno corrotto la Mia Verità abbracciando false ideologie e interessi malsani; dai loro pulpiti, essi si faranno beffe dei Miei strumenti fedeli, cercando di rendere vane le Mie Chiamate.
L'anticristo e i suoi seguaci rifiuteranno apertamente la Mia Presenza Reale nell'Eucaristia, il Mio Sacrificio, e aboliranno i Dogmi Mariani, negando la purezza di Mia Madre.
 
Disastri
I disastri climatici non hanno nulla a che fare con il riscaldamento globale.
Mi è stato mostrato il Giappone distrutto, l'Italia invasa e distrutta e i templi in rovina, il Vaticano tetro senza luce divina, la Spagna flagellata e l’Inghilterra ferita mortalmente. La grande cordigliera delle Ande tremerà. Gli Stati Uniti oscilleranno. Gli Uomini di scienza e chi li avrà divinizzati vedranno crollare le loro convinzioni  l'uomo ha fatto progressi tecnologici a scapito dell'umanità. Gli stessi progressi tecnologici saranno la causa della distruzione, del dolore e delle epidemie. Quando giungerà quel momento, quelli che hanno lavorato ai progressi tecnologici alzeranno gli occhi al cielo implorando il perdono di Mio Figlio.
 
Avvertimento/Fenomeno cosmico
Restate all'erta, guardate verso l'alto: "grandi segnali giungeranno dall'alto per voi". L'umanità vivrà un cambiamento spirituale, accompagnato da un mutamento proveniente dalle viscere della terra e dagli universi infiniti.
L’Avvertimento Sarà collegato a un fenomeno astrale, come due stelle che si scontreranno; Lo scontro di due giganti nello spazio porterà sofferenza agli uomini. Scorgerete una stella nell'alto del cielo che annuncerà  all'umanità che mio figlio sta per arrivare. Ci sarà uno squilibrio nella forza gravitazionale della terra, che attirerà il gigante che sta lontano. Si vedrà una grande luce anche in pieno giorno, qualcosa di simile al sole.
La grande cometa verrà e causerà grande distruzione. Verrà una cometa e farà tremare la terra. Due comete collideranno. il cielo cambierà di colore. L’urto tra due giganti nell’universo provocherà grandi danni alla terra. Comparirà una cometa che si avvicinerà alla terra; tutta l’umanità assisterà a questo evento e ciò farà sì che molte persone si accosteranno alla confessione per panico e non per pentimento.
Per diversi giorni, le persone di fede sentiranno la necessità di confessare i propri peccati, di pentirsi; gli altri diranno che  ciò è opera dell’uomo e si leveranno contro la chiesa cattolica, affermando che si tratta di uno stratagemma per spaventare l’umanità. Dovrete comparire davanti a Cristo e, prima di allora, ciascuno di voi sarà il giudice di se stesso.
E' necessario che sia Io Stesso a ricordare a chi trascina l'umanità nella dissolutezza che l'ha gettata nell'abisso per aver abusato della Mia Misericordia: vedrete in voi stessi, ognuno di fronte alla propria coscienza, questo sarà il Mio grande atto di Misericordia.
 
Tempistica
L'AVVERTIMENTO È così vicino a questa generazione! Questa è la generazione che sarà testimone del grande avvertimento. Queste apparizioni a Jacarei sono l'ultimo segno di Dio dato al mondo, l'ultimo avviso prima del grande avvertimento in arrivo, che scuoterà la coscienza di ogni essere umano;
Prima del grande avvertimento il papa fuggirà dal vaticano. L’avvertimento, cosmico e spirituale, non si farà aspettare e verrà attuato. Per lunghi anni, gli uomini saranno lontani dalla verità, ma un miracolo del Signore risveglierà nei loro cuori il desiderio di servire unicamente il Signore. Dio lo permetterà: tutti gli uomini vedranno i propri errori e, pentiti, torneranno a servire l’Unico e Vero Signore. Tre giorni dopo il grande miracolo avverrà, il trionfo definitivo del Mio Cuore Immacolato e la pace regnerà per sempre.
 
Croce
Restate all'erta, guardate verso l'alto: "grandi segnali giungeranno dall'alto per voi". Una grande croce rossa sarà vista in tutta la terra. Apparirà un segno nel cielo, “una croce” il Signore invierà. Gli uomini vedranno e durerà tre giorni. Molti diventeranno ferventi nella fede e la pace si stabilirà per il bene dei Miei poveri figli. 
 
"La croce sarà così luminosa che in pieno giorno sarà più splendente del sole; nella notte essa non si spegnerà, si allungherà ad una distanza immensa.... Una nube rossa e un rombo di tuono attraverserà tutto il cielo"
21 novembre 1912, messaggio di gesù a maria giulia jahenny, blain in francia
 
Le Stelle si scontreranno con tale impatto che l'uomo penserà che lo spettacolo che vede nel cielo sia catastrofico. Mentre queste comete si fondono un grande cielo rosso si manifesterà e il segno della Mia Croce sarà visto in tutto il mondo da ognuno.
 
" si spegnerà ogni luce in cielo e ci sarà una grande oscurità su tutta la terra. Allora apparirà in cielo il segno della croce"
1934, messaggio di gesù a santa faustina kowalska, polonia
 
Vedremo nel cielo una grande croce rossa in una giornata di cielo sereno, senza nuvole. Questa croce verrà vista da tutti"
11 settembre 1987, resoconto scritto da fra’ david lopez sulle rivelazioni della madonna da lui ricevute a medjugorje
 
Effetti avvertimento
Durante questo periodo tutta l'umanità, tutti coloro con più di sette anni  attraverserà una sorta di visione dei propri sbagli. La presenza del Divino sarà percepita da ognuno. Con l’avvertimento ciascuno di voi si troverà di fronte a Me in vita e sarà guardato senza maschere, ogni uomo saprà che Dio esiste. Coloro che non sono preparati spiritualmente potrebbero morire di fronte alla loro visione.
L’Avvertimento Sarà collegato a un fenomeno astrale, come due stelle che si scontreranno; questo fenomeno non produrrà danno fisico ma ci spaventerà, perché in quel preciso istante vedremo nelle nostre anime il danno da noi stessi provocato; sarà come essere agonizzanti, ma non moriremo per questo, anche se potremmo morire di terrore o per l’effetto che produrrà in noi guardarci nell’anima.
"Strapperò il velo dell'ignominia e della negazione, con l’avvertimento. Ciascuno di voi si troverà di fronte a Me in vita e sarà guardato senza maschere, ogni uomo saprà che Dio esiste. Vedrete Dentro voi stessi e in quel momento rimpiangerete di non aver creduto, ma molti dei miei figli si saranno già perduti e non potranno essere recuperati tanto facilmente, perché l'empio negherà l'avvertimento e lo attribuirà alla nuova tecnologia. "
"Si udiranno pianti e pentimenti, ma si assisterà anche all'indifferenza da parte di coloro che vogliono continuare a rimanere sommersi dalle tenebre, e chi s'immergerà in queste nostre parole per trovarvi qualche discordanza con la scrittura, troverà tanta luce che diverrà cieco."
"L’annuncio dell’Avvertimento è causa di divertimento per alcune creature umane, ma questa, figli, è la verità, come verità è la Parola di Mia Madre che proclama i Dettami Trinitari.  Quando verrà il momento, coloro che si sono burlati di questo Decreto Divino si sentiranno consumare dal loro stesso peccato. Li abbiamo chiamati affinché si rendessero consapevoli della serietà del momento in cui si stanno muovendo. Ma come coloro che si burlarono di Noè, allo stesso modo essi soffriranno. "
L’avvertimento, cosmico e spirituale, non si farà aspettare e verrà attuato. Esorto i Miei fedeli sacerdoti a richiamare i loro greggi affinché riflettano per riconoscere ed evitare con attenzione il peccato che prostra, schiavizza e porta alla morte eterna.
Questo fenomeno non produrrà danno fisico ma ci spaventerà, perché in quel preciso istante vedremo nelle nostre anime il danno da noi stessi provocato; sarà come essere agonizzanti, ma non moriremo per questo, anche se potremmo morire di terrore o per l’effetto che produrrà in noi guardarci nell’anima.
 
Molti moriranno all'avvertimento
Sembrerà che il cielo si infiammi, i corpi di molti sembreranno ardere quando si vedranno passare davanti tutta una vita vissuta senza Dio, il male che hanno fatto, il bene che avrebbero potuto fare e non fecero per mala volontà o tiepidezza... Nel momento in cui l'anima vedrà la sua vita, la sua stessa esistenza come la vede Dio, molti moriranno arsi da queste fiamme della giustizia divina che illuminerà le anime di tutti gli uomini in una sola volta e tutti insieme.  Guai all'anima tiepida, sorda alla Mia Voce! Guai a quell'anima che sapeva quello che chiedevo e non lo ha fatto. Queste anime subiranno una disperazione così grande come non è mai stata da quando esiste il mondo. Quindi vi chiedo, figlioli, di liberarvi del grande dolore che i peccatori soffriranno in se stessi in quel momento, vivete una vita santa..." 
"è molto vicino il grande avvertimento che manderò a tutta la terra. Nessun anima, nessun essere umano sfuggirà a questo avvertimento: scuoterà le coscienze, sarà come un piccolo giudizio sulla vostra vita, come passare attraverso il giudizio particolare dopo la morte. Tutti potranno vedere la loro vita, ognuno vedrà tutta la sua vita non con i propri occhi, ma con gli occhi di Dio, come la vede Dio, come Dio vede i vostri peccati. Tutti vedranno il male fatto o il bene non fatto, e per ogni male, per ogni peccato commesso, soffriranno; soffriranno il peso della Mia Giustizia, il peso schiacciante del Mio dolore, dolore causato dai vostri peccati, dal bene che avreste potuto fare e che non avete fatto, perché cercavate solo la soddisfazione della vostra volontà, i vostri interessi, i vostri piaceri. Soffrirete per il dolore causato al Mio Cuore e al Cuore di Mia Madre. Sentirete il dolore causato dai vostri peccati, il peso della responsabilità delle vostre azioni, sentirete il grande rammarico che i vostri peccati hanno causato a Me e a Mia Madre e che ci hanno fatto versare tante lacrime di sangue. E questo peso per molti sarà così schiacciante che alcuni non resisteranno e moriranno, non per il dolore fisico, ma un dolore spirituale, dell'anima, che è così forte che a molti può dare la morte. Questo avvertimento, che è molto vicino a voi, figli Miei, arriverà presto, scuoterà la terra; dopo di esso nessun uomo più disconoscerà la Verità, tutti sapranno Chi Sono, tutti sapranno la Verità, tutti sapranno del "sì" che Mi dovrebbero dare. Ma poiché ancora molti non cambieranno, ancora non Mi diranno il loro "sì", ma lo diranno a se stessi e al mondo del peccato, allora manderò il miracolo; Sarà l'ultima àncora di salvezza che getto al mondo intero e se ancora non Mi risponderanno, allora manderò il castigo. Castigo che sarà il peggiore mai visto dall'umanità ingrata e peccatrice."
"ognuno vedrà tutti i peccati della sua vita passata senza Dio e molti sentiranno un tale orrore dei propri peccati che preferirebbero non esser nati. Molte di queste persone lo vedranno come un fuoco ardente, un fuoco tanto terribile come l'inferno, ma non un fuoco naturale: il fuoco della Verità, il fuoco dello Spirito Santo, il fuoco della Divina Giustizia, che mostrerà i loro peccati come li vede Dio e queste persone, queste anime, bruceranno, sentiranno un dolore dentro molto peggiore che se fossero a bruciare in una fornace ardente.
 
I tre giorni di buio/Differenza fra avvertimento e tre giorni di buio
Quanti forniranno spiegazioni scientifiche, una volta passato l’avvertimento...e continueranno nel male! Allora Sarà necessario un nuovo avvertimento, affinché l’uomo non si perda più. Non confondete, nostri amati, l'avvertimento che sta per essere fatto con quello che già conoscete, con i tre giorni d'oscurità rivelati a vari profeti e mistici. Non disorientate né confondete il popolo, siate cauti, non possiamo nascondervi la verità.
 
Sequenza eventi
Un grande avvertimento sta per arrivare sulla terra, e dopo l’avvertimento voi vedrete un diluvio di fuoco che cadrà sulle vostre teste. Dopo la Mia Croce Gloriosa, che risplenderà su tutto il mondo.
(Quindi prima arriva l'avvertimento, successivamente i tre giorni di buio e infine il nuovo mondo). Fuoco cadrà dal cielo e molte regioni della terra saranno raggiunte. il cielo cambierà di colore. L'oro sarà nelle altezze, le fiamme attraverseranno i cieli.  La Terra si muoverà a grande velocità, tanto da uscire dalla propria orbita e dal proprio asse. Si allontanerà talmente dall'astro del sole da immergersi nell'oscurità per diversi giorni e il dolore e i lamenti si udiranno fuori dalla terra e fin nelle sue viscere. L'orologio scorre veloce, ma non è il tempo che comanda, è l’umanità che vive senza tempo, vicino al sole, che sarà oscuro e la luna opaca. Le stelle, la luna e il sole non smetteranno di risplendere, ma l'uomo non potrà vederli a causa dell’oscurità che scenderà sulla terra. [Alla fine] Le nuvole nere si dissolveranno e il sole splenderà nuovamente per i Miei figli.
 
Il sole
L'astro del sole sarà motivo di allarme per gli uomini.
Se il sole smetterà di risplendere non lo avrete deciso voi, sarà in virtù del mio potere e non di quello dell'uomo. L'astro del sole, con il suo calore, si avvicinerà a voi provocando disperazione, vi renderete conto che ciò che chiamavate scienza non serve a nulla, perché solo in Mio Figlio esiste il potere della vera scienza. Presto il sole causerà dolore a tutta l'umanità.
Il sole continua a produrre segnali per avvisarvi del subitaneo compimento degli avvertimenti che vi ho dato. Il Sole si è risvegliato e rivendica la Terra per liberarla da questa generazione decadente che la fa soffrire.  Di fronte a tanta negatività umana, il sole ha deciso di mettersi all’opera a scapito dell’uomo entro breve tempo. L’uomo subirà un regresso tecnologico inimmaginabile e sarà di nuovo costretto a utilizzare strumenti rudimentali. L'astro del sole sarà motivo di allarme per gli uomini.
Presto il sole causerà dolore a tutta l'umanità. il sole scaglierà inaspettatamente il suo fuoco provocando grande sventura sulla terra. 
L'astro del sole, nel suo desiderio amoroso di purificare ciò che gli appare come contaminato, emanerà la sua forza, il suo calore, il suo fuoco e riporterà indietro l'umanità all'infinito. Che cosa farete, figli, quando vedrete, quando sentirete di non disporre più di alcun progresso tecnologico in tutti i settori? ho Visto un popolo afflitto dal sole inclemente e unito agli attacchi del male che indeboliscono l'uomo, lo portano a unirsi o a separarsi... 
 
Messaggio degli angeli riguardante il sole 
" Il sole e la terra, la luna e la terra sono correlate. La madre terra è in relazione assoluta con il sole e la luna, che esercitano influenze maggiori di quelle che lo stesso uomo di scienza è riuscito a scoprire fino ad ora.
L'effervescenza Del sole, le sue esplosioni provocate da un'energia sconosciuta all'uomo, influenzano il livello di crescita dell'aggressività negli uomini, a seguito della stessa aggressività con cui gli uomini hanno trattato la terra. L'umanità riceve il frutto della dIstruzione di ciò che ha ricevuto per il suo bene.
Il magnetismo esercitato dal sole influenza l'uomo e lo farà retrocedere inesorabilmente a tutti gli effetti; la scienza di cui l'uomo si vanta nulla potrà contro le esplosioni solari che si verificheranno con maggiore forza.
 
Fine dei tre giorni
Le nuvole nere si dissolveranno e il sole splenderà nuovamente per i miei figli.
Dopo la purificazione verrà la gloria, il sole rinascerà e risplenderà su tutto il creato e Mio Figlio regnerà su ogni creatura, in cielo, in terra e in ogni luogo.
Dopo il buio, dopo la purificazione, il sole del Mio Amore brillerà per tutti voi, non dovrete più soffrire, il dolore sarà solo un ricordo.
 
Esseri celesti in arrivo
Quanta purificazione prima della Mia Seconda Venuta! Quanto dovrete essere purificati prima di meritare l'aiuto dei vostri fratelli celesti!  i Miei Messaggeri Celesti, vostri compagni, vi assistono senza che voi vi rendiate conto della realtà in cui vivete.  Ho visto un gran numero di anime fedeli che tenevano le mani angeliche di coloro che hanno accompagnato il Cristo nostro Signore, quei nostri compagni di cammino ignorati dall'umanità, che sono la nostra benedizione.
Siamo accanto a voi da sempre, abbiamo contribuito alla storia della salvezza e accorreremo per aiutarvi quando il sole non brillerà più. Allora la vostra meraviglia sarà totale per non aver creduto alla nostra esistenza per il bene dell'umanità.

(dal sito: imitazione di Cristo)

Leggete assolutamente anche queste pagine:
- Elisabetta -

lunedì 14 luglio 2014

PROFEZIE DELLA BEATA EMMERICK

Per molti cattolici, la figura di Anna Katharina Emmerick (1774-1824) beatificata dal papa Giovanni Paolo II nel 2004, è essenzialmente legata al famosissimo film dell’attore regista australiano Mel Gibson “La Passione di Cristo”, la cui sceneggiatura è in buona parte, per gli aspetti non tratti ovviamente dai vangeli canonici, basata sulle visioni attribuite alla monaca agostiniana tedesca. La beata nacque l’8 settembre 1774 da una famiglia di contadini e non poté frequentare regolarmente la scuola, dovendo lavorare nei campi e aiutare in casa. Sin dalla più tenera età ebbe un profondo desiderio di consacrarsi a Dio nella vita religiosa. Come accadeva a quell’epoca, diverse congregazioni di suore la rifiutarono perché non  aveva a disposizione la necessaria dote economica per entrare in monastero. Solo nel 1802 venne finalmente accolta nel monastero delle Agostiniane di Agnetenberg presso Dulmen e l’anno seguente prese i voti religiosi. Quando nel 1811, il monastero venne soppresso, la Emmerick fu accolta a Dolmen come domestica del sacerdote Lambert che era fuggito dai terrori della Francia rivoluzionaria.

Dopo poco tempo, ella cominciò a sperimentare i dolori della Passione di Cristo e ricevette la stimmate. Presto si diffuse la voce dei suoi doni soprannaturali: assenza di alimentazione, conoscenza dei cuori umani, riconoscimento delle reliquie dei santi, conoscenza delle erbe medicinali, dei misteri biblici della fede, partecipazione con lo spirito nell’aldilà, comunione con le povere anime del purgatorio e molte persone cominciarono a farle visita, ricevendone insegnamenti e gesti di benevolenza.

Dal 1819 fino al giorno del suo trapasso, nel 1824, le visioni della Emmerick furono dettate da lei stessa al poeta romanticista Clemens Brentano, che poi si convertì sinceramente al Cattolicesimo, il quale sedette quasi interrottamente al capezzale dell’estatica e annotò attentamente in sedicimila grandi fogli i suoi racconti biblici e le contemplazioni mistiche, paragonabili in qualche modo a quelle di Maria De Agreda (1602-1655) o della più recente Teresa Neumann (1898-1962).

L’enorme materiale raccolto e poi ordinato dal poeta, fu pubblicato, in parte postumo, tra il 1858 e 1860,in tre opere principali. Complessivamente l’opera completa curata dal poeta, consta di sei volumi, di cui quattro sulla vita e la passione di Cristo, uno sulla vita della Madonna e uno sull’Antico Testamento.  Riguardo ai tempi finali la monaca agostiniana ha lasciato diverse sconcertanti dichiarazioni. Già più di due secoli fa la beata Caterina Emmerich  preannunciava che  la liberazione di satana sarebbe avvenuta poco prima dell’anno 2000 dichiarando “Mi è stato anche detto che Lucifero verrà liberato per un certo periodo cinquanta o sessanta anni prima dell’anno di Cristo 2000. Mi vennero indicate le date di molti altri eventi che non riesco a ricordare; ma un certo numero di demoni dovranno essere liberati molto prima di Lucifero, in modo che tentino gli uomini e servano come strumenti della giustizia divina”. “Vidi una strana chiesa che veniva costruita contro ogni regola…

Non c’erano angeli a vigilare sulle operazioni di costruzione. In quella chiesa non c’era niente che venisse dall’alto…C’erano solo divisioni e caos. Si tratta probabilmente di una chiesa di umana creazione, che segue l’ultima moda…” (12 settembre 1820). “Vidi cose deplorevoli: stavano giocando d’azzardo, bevendo e parlando in chiesa; stavano anche corteggiando le donne. Ogni sorta di abomini venivano perpetrati là. I sacerdoti permettevano tutto e dicevano la Messa con molta irriverenza. Vidi che pochi di loro erano ancora pii, e solo pochi avevano una sana visione delle cose. Tutte queste cose diedero tanta tristezza” (27 settembre 1820). “Poi vidi che tutto ciò che riguardava il Protestantesimo stava prendendo gradualmente il sopravvento e la religione cattolica stava precipitando in una completa decadenza. La maggior parte dei sacerdoti erano attratti dalle dottrine seducenti ma false di giovani insegnanti, e tutti loro contribuivano all’opera di distruzione.

In quei giorni, la Fede cadrà molto in basso, e sarà preservata solo in alcuni posti, in poche case e in poche famiglie che Dio ha protetto dai disastri e dalle guerre” (1820) “Stavano costruendo una Chiesa grande, strana, e stravagante. Tutti dovevano essere ammessi in essa per essere uniti ed avere uguali diritti: evangelici, cattolici e sette di ogni denominazione” (22 aprile 1823). “Ho visto di nuovo la strana grande chiesa. Non c’era niente di santo in essa.

Ho visto anche un movimento guidato da ecclesiastici a cui contribuivano angeli, santi ed altri cristiani. [Nella strana chiesa] C’era qualcosa di orgoglioso, presuntuoso e violento in tutto ciò, ed essi sembravano avere molto successo. Sullo sfondo, in lontananza, vidi la sede di un  popolo crudele armato di lance, e vidi una figura che rideva, che disse: “Costruitela pure quanto più solida potete; tanto noi la butteremo a terra” (12 settembre 1820). “Fra le cose più strane che vidi, vi erano delle lunghe processioni di vescovi. Le loro colpe verso la religione venivano mostrate attraverso delle deformità esterne” (1 giugno 1820). “La Messa era breve. Il Vangelo di San Giovanni non veniva letto alla fine” (12 luglio 1820). (Fino alla riforma liturgica del 1967, la Santa Messa si concludeva con la lettura del Prologo del vangelo di Giovanni. Le profezie della santa si riferiscono quindi al periodo successivo al 1967). “Vidi la Chiesa di San Pietro in rovina, e il modo in cui tanti membri del clero erano essi stessi impegnati in quest’opera di distruzione – ma nessuno di loro desiderava farlo apertamente davanti agli altri. Gesù mi dice che la Chiesa sembrerà in completo declino. Ma sarebbe risorta” (4 ottobre 1820). “Vidi ancora una volta la Chiesa di Pietro era minata da un piano elaborato dalla setta segreta, mentre le bufere la stavano danneggiando… Ma vidi anche che l’aiuto sarebbe arrivato quando le afflizioni avrebbero raggiunto il loro culmine. Vidi di nuovo la Beata Vergine ascendere sulla Chiesa e stendere il suo manto su di essa. Vidi un Papa che era mite e al tempo stesso molto fermo/…/ Vidi un grande rinnovamento e la Chiesa che si liberava in alto nel cielo”. “La Chiesa si trova in grande pericolo. Dobbiamo pregare affinché il Papa non lasci Roma; ne risulterebbero innumerevoli mali se lo facesse. Ora stanno pretendendo qualcosa da lui.

La dottrina protestante e quella dei greci scismatici devono diffondersi dappertutto. Ora vedo che in questo luogo la Chiesa viene minata in maniera così astuta che rimangono a mala pena un centinaio di sacerdoti che non siano stati ingannati. Tutti lavorano alla distruzione, persino il clero.

Si avvicina una grande devastazione” (1 ottobre 1820). “Mentre attraversavo Roma con San Francesco e altri santi, vedemmo un grande palazzo avvolto dalle fiamme, ma mentre ci avvicinavamo il fuoco diminuì e noi vedemmo un edificio annerito. Finalmente raggiungemmo il Papa. Era seduto al buio e addormentato su una grande poltrona: era molto ammalato e debole; non riusciva più a camminare. Gli ecclesiastici nella cerchia interna sembravano insinceri e privi di zelo; non mi piacevano.

Parlai al Papa dei vescovi che presto dovevano essere nominati. Gli dissi anche che non doveva lasciare Roma. Se l’avesse fatto sarebbe stato il caos. Egli pensava che il male fosse inevitabile e che doveva partire per salvare molte cose…

Era molto prospero a lasciare Roma e veniva esortato insistentemente a farlo. La Chiesa è completamente deserta. Sembra che tutti stiano scappando. Dappertutto vedo grande miseria, odio, tradimento, rancore, confusione, e una totale cecità. O città! O città! Cosa ti minaccia? La tempesta sta arrivando; sii vigile! (7 ottobre 1820). “Vedo il Santo Padre in grande angoscia. Egli vive in un palazzo diverso da quello di prima e vi ammette solo un numero limitato di amici a lui vicini. Temo che il Santo Padre soffrirà molte altre prove prima di morire. Vedo che la falsa chiesa delle tenebre sta facendo progressi, e vedo la tremenda influenza che essa ha sulla gente” (10 agosto 1820).

“Il Santo Padre, immerso nel suo dolore, è ancora nascosto per evitare le incombenze pericolose. Ora può fidarsi solo di poche persone; è principalmente per questa ragione che deve nascondersi. Ma ha ancora con sé un anziano sacerdote di grande semplicità e devozione.

Egli è suo amico, e per la sua semplicità non pesavano valesse la pena toglierlo di mezzo.. Ma quest’uomo riceve molte grazie da Dio. Vede e si rende conto di molte cose che riferisce fedelmente al Santo Padre. Mi veniva chiesto di informarlo, mentre stava pregando, sui traditori e gli operatori di iniquità che facevano parte delle alte gerarchie dei servi che vivevano accanto a lui, così che egli potesse avvedersene”. “Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa.

L’ho veduta aumentare di dimensioni; eretici di ogni tipo venivano nella città [di Roma].

Il clero locale diventava tiepido, e vidi una grande oscurità… Allora la visione sembrò estendersi da ogni parte. Intere comunità cattoliche erano oppresse, assediate, confinate e private della loro libertà. Vidi molte chiese che venivano chiuse, dappertutto grandi sofferenze, guerre e spargimento di sangue. Una plebaglia selvaggia e ignorante si dava ad azioni violente. Ma tutto ciò non durò a lungo” (13 maggio 1820). “Ho avuto un’altra visione della grande tribolazione. Mi sembrava che si pretendesse dal clero una concessione che non poteva essere accordata. Vidi molti sacerdoti anziani, specialmente uno, che piangevano amaramente. Anche alcuni più giovani stavano piangendo. Ma altri (e i tiepidi erano fra questi) facevano senza alcuna obiezione ciò che gli veniva chiesto.

Era come se la gente si stesse dividendo in due fazioni” (12 aprile 1820). “Vidi un’apparizione della Madre di Dio, che disse che la tribolazione sarebbe stata molto grande. Aggiunse che queste persone devono pregare ferventemente…Devono pregare soprattutto perché la chiesa delle tenebre abbandoni Roma” (25 agosto 1820). “Vidi la Chiesa di San Pietro: era stata distrutta ad eccezione del Santuario e dell’Altare principale (10 settembre 1820).

“Vedo altri martiri, non ora ma in futuro… Vidi le sette segrete minare spietatamente la grande Chiesa. Vicino ad esse vidi una bestia orribile che saliva dal mare. (Ap 13,1). In tutto il mondo le persone buone e devote, e specialmente il  clero, erano vessate, oppresse e messe in prigione.

Ebbi la sensazione che sarebbero diventate martiri un giorno. Quando la Chiesa per la maggior parte era stata distrutta e quando solo i santuari e gli altari erano ancora in piedi, vidi entrare nella Chiesa i devastatori con la Bestia.

Là essi incontrarono una donna di nobile contegno che sembrava portare nel suo grembo un bambino, perché camminava lentamente. A questa vista i nemici erano terrorizzati e la Bestia non riusciva a fare neanche un altro passo in avanti. Essa proiettò il suo collo verso la Donna come per divorarla, ma la Donna si voltò e si prostrò, con la testa che toccava il suolo. Allora vidi la Bestia che fuggiva di nuovo verso il mare, e i nemici stavano scappando nella più grande confusione” (Agosto –ottobre 1820).

“Verranno tempi molto cattivi, nei quali i non cattolici svieranno molte persone. Vidi anche la battaglia. I nemici erano molto più numerosi, ma il piccolo esercito di fedeli ne abbatté file intere [di soldati nemici]. Durante la battaglia, la Madonna si trovava in piedi su una collina, e indossava un’armatura. Era una guerra terribile. Alla fine, solo pochi combattimenti per la giusta causa erano sopravvissuti, ma la vittoria era la loro” (22 ottobre 1822).

“Vidi, in grande lontananza, grandiose legione che si avvicinavano. Davanti a tutti vidi un uomo su un cavallo bianco (Ap 19,11-21?). I prigionieri venivano liberati e si univano a loro. Tutti i nemici venivano inseguiti. Allora, vidi che la Chiesa veniva prontamente ricostruita, ed era magnifica più di prima” (Agosto – ottobre 1820). “Vidi un nuovo Papa che sarà  molto rigoroso. Egli si alienerà i vescovi freddi e tiepidi. Non è un romano, ma è italiano . Proviene da un luogo che non è lontano da Roma. Ma per qualche tempo dovranno esserci ancora molte lotte e agitazioni(27 gennaio 1822). “Vorrei che fosse qui il tempo in cui regnerà il Papa vestito di rocco. Vedo gli apostoli, non quelli del passato ma gli apostoli degli ultimi tempi e mi sembra che il Papa sia fra loro”.

“Gli ebrei ritorneranno in Palestina e diverranno cristiani verso la fine del mondo”.


(da: miliziadisanmichelearcangelo.org)